Quando gli MMO si sono chiusi: i momenti finali degli amati giganti del genere

when mmos shut down final moments beloved genre giants

Facciamo un viaggio nostalgico ma commovente indietro nel tempo a MMO passati ma non dimenticati

Non è difficile trovare esempi di grandi MMO che hanno (finora) superato la prova del tempo. Prendere World of Warcraft , per esempio. Lanciato sedici anni fa, il fantasy MMORPG ha alimentato gli ultimi dieci anni e mezzo, evolvendosi con enormi espansioni, uno spin-off 'classico', che fa venire l'acquolina in bocca profitti e robusto il giocatore conta . È una storia simile per EVE Online , RuneScape , Il Signore degli Anelli Online , Star Wars: The Old Republic , Final Fantasy XIV , e ora in una certa misura il più giovane Elder Scrolls Online e Mai inverno .



Tra i più grandi e migliori MMO sono, tuttavia, alcuni titoli che sono stati tristemente consegnati ai polverosi annali della storia. L'utente di Twitter VoidShroud ha pubblicato un toccante gesto di ricordo per alcuni dei giochi caduti ma non dimenticati del genere, con istantanee dei momenti finali di gioco di vari MMO.



Questo ci ha portato gente malinconica qui a LunatixOnline a ricordare e ci ha ispirato a fare un viaggio lungo Memory Lane passando per Nostalgia Thoroughfare per dare un'occhiata all'ultimo sipario di alcune prelibatezze online degli ultimi due decenni. Fai un viaggio con noi indietro nelle profondità della storia del gioco online, non è vero.

CHIAMATA DI ASHERON

Come si è visto nel tweet di VoidShroud, Asheron’s Call era un MMORPG fantasy dello sviluppatore Turbine Entertainment Software - ora WB Games Boston - e Microsoft, lanciato nel lontano 1999 e con una vita online impressionante di 17 anni. Il gioco era ambientato nell'eroico regno fantasy di Dereth, e simile online Giochi di ruolo , presentava avatar personalizzabili con punti attributo e build basate sulle abilità e più razze fantasy tra cui scegliere, missioni narrative, mostri da combattere, aggiornamenti regolari, 'eventi mondiali' dal vivo e una mappa del mondo aperta piuttosto pesante.



Miniatura di YouTube

A differenza di vari MMO contemporanei, tuttavia, Asheron’s Call non bloccava i giocatori in una classe particolare, offrendo flessibilità per provare diverse configurazioni di personaggi e stili di gioco. Il gioco ha purtroppo chiuso il negozio il 31 gennaio 2017, nonostante sforzi della comunità per salvarlo dall'estinzione. Nei suoi momenti finali, i giocatori fedeli si sono riuniti per inondare la chat di testo con messaggi di addio l'un l'altro e il gioco, prima di evaporare con un'esplosione di magia viola. Sospiro.

Trickster Online

Un altro MMORPG fantasy dell'età dell'oro del genere, Trickster Online era un titolo in stile anime 2D free-to-play originariamente lanciato nel 2003 in Corea (2007 in Nord America) dallo sviluppatore Ntreev Soft. Era ambientato su un'isola immaginaria, quali erano i giocatori invitati ad abitare e coltivare dall'ologramma del capo defunto di una società di giochi, con quattro classi di personaggi, due sistemi di livellamento e varie scelte di costruzione del personaggio, tutte basate sui nomi degli animali, secondo un'intervista con IGN .

Miniatura di YouTube

Mentre Trickster Online è stato rilasciato in più regioni diverse a metà degli anni 2000, purtroppo tutti i server chiuso per sempre tra il 2013 e il 2014. Sembra online del gioco anime gli ultimi minuti online sono stati segnati in modo simile da giocatori che si riunivano per le strade dell'isola in-game per salutarsi e chiamare le varianti di 'Trickster forever!'. No,tu seipianto.

The Matrix Online

Matrix Online era un MMORPG lanciato nel 2005 da Monolith Productions e Sega come collegamento - o meglio, una sorta di continuazione - all'iconica serie di film dei Wachowski. Il gioco mette i giocatori nei panni di una 'pillola rossa', cioè gli umani liberati da Matrix, e li lascia liberi nella familiare Mega City dei film. C'erano missioni collegate a tre diverse organizzazioni da completare, una storia che andava oltre i film, il combattimento `` Interlock '' e un sistema di classi fluido e ingegnoso che permetteva ai giocatori di tagliare e cambiare tra tre archetipi principali: Hacker, Coder e Operative - carino facilmente.

Il gioco ha goduto di un periodo più breve nella natura selvaggia del gioco online rispetto a molti altri MMO, con la chiusura dei server il 1 ° agosto 2009. Tuttavia, i suoi momenti finali sono stati amorevolmente catturati da Giant Bomb, che ha ha pubblicato una serie di video di gioco intitolato 'Not Like This', nonché in un 'Memory Book' (ora archiviato) dallo sviluppatore ai fan del gioco, che puoi trova qui .

Galassie di Star Wars

Star Wars Galaxies è uscito sui server live nel 2003, portato in vita da Sony Online Entertainment e Lucas Arts, ed è stato seguito da molteplici grandi espansioni durante il suo tempo online. Ambientato nel vasto universo di Star Wars, il gioco base era intitolato Star Wars Galaxies: An Empire Divided, e i capitoli successivi - Jump to Lightspeed, Rage of the Wookiees e Trials of Obi-Wan - aggiungevano nuove aree da esplorare e gare da giocare , combattimenti spaziali, missioni, professioni iniziali (inclusi Jedi), costruzione di navi, cavalcature per creature e altro ancora.

Miniatura di YouTube

Tuttavia, il gioco si è concluso nel dicembre 2011, con SOE e Lucas Arts che hanno 'concordato reciprocamente' all'inizio di quell'anno che 'la fine del 2011 [era] il momento giusto per concludere il gioco'. Bomba gigante live streaming le ultime ore, che Kotaku segnalato su , evidenziando alcuni dei grandi (e piuttosto esilaranti) momenti, come l'apparizione del fantasma di Obi-Wan e alcuni giganteschi Stormtrooper e Lando Calrissiani che sono apparsi.

Se dopo tutto questo senti un po 'di nostalgia, puoi trovare altri clip di questi - e altri atti conclusivi di MMO ormai lontani, tramite questo post da Redditor Maticus. Oppure, se desideri immergerti in qualcosa che sta ancora andando, controlla i nostri elenchi di migliori giochi per PC , giochi multiplayer , e giochi sandbox per aiutarti a iniziare.