Star Wars: Republic Commando avrebbe potuto salvarci da Battlefront 2, ma non ne ha mai avuto la possibilità

star wars republic commando could have saved us from battlefront 2

Star Wars Republic Commando

Star Wars è uno dei franchise più riconoscibili nella cultura popolare. Un impero che spazia dai film di successo ai giocattoli ai libri, ci sono centinaia di storie ambientate in questo universo. Uno di questi racconti si concentra su una squadra di soldati cloni d'élite inviati in missioni pericolose durante le Guerre dei Cloni. Pubblicato nel 2004, Republic Commando è un gioco oscuro e intransigente che ti sfida ad ogni turno.



Tuttavia, nonostante abbia un file numero enorme di recensioni positive su Steam, il gioco è completamente svanito dalla coscienza pubblica. Che cosa è andato storto? E come ha fatto un gioco con così tante promesse a diventare una gemma nascosta nell'impresa di Star Wars?



Star Wars Republic Commando è nella nostra lista di i migliori giochi di Star Wars su PC , ed è in buona compagnia.

Per chi non lo conoscesse, Star Wars: Republic Commando è uno sparatutto in prima persona a squadre che ti mette nei panni del leader della Delta Squad, RC-1138, alias 'Boss'. Suddiviso in tre luoghi principali, il viaggio del gioco ti impegna a interrompere la produzione su Geonosis, indagare su un'astronave abbandonata e liberare Wookies su Kashyyyk. I tre clone trooper aggiuntivi agiscono in modo indipendente, ma possono ricevere ordini diretti da seguire, come assumere posizioni di cecchino, raggrupparsi, hackerare terminali e piantare esplosivi. Questo crea una miscela unica di tiro veloce e gameplay tattico che pochi giochi di Star Wars sono stati in grado di replicare.



Star Wars Republic Commando

Queste meccaniche sono avvolte in temi oscuri e maturi che spazzano via il rivestimento superficiale mostrato da altri giochi di Star Wars. Non c'è una scansione iniziale, i Jedi sono semplicemente un ripensamento e l'iconografia familiare che associamo alla serie viene messa in secondo piano.

“Il gioco è sempre stato concepito per essere uno sguardo più crudo all'universo di Star Wars; siamo stati ispirati dall'elevata letalità di giochi come Rogue Spear e altri giochi di Rainbow Six, in particolare nel loro multiplayer, che contrapponeva squadre di giocatori contro nemici IA (o contro altri giocatori, suppongo) ', spiega Brett Douville, sviluppatore principale di Republic Commando . 'Volevamo trovare un modo per portare quel senso di cameratismo e pericolo in Star Wars, e concentrarsi sulla routine quotidiana di un soldato sembrava un buon modo per farlo.'



Quell'etica si rifletteva nella difficile gestazione di Republic Commando. Quando lo sviluppo è entrato nella sua fase finale, il team ha lavorato sotto la costante minaccia di ridondanza a causa della ristrutturazione interna apportata dopo la nomina del nuovo presidente di LucasArts Jim Ward. La divisione in difficoltà doveva essere riavviata e così il team di Douville ha iniziato a ridursi man mano che le attività venivano completate e i ruoli rimossi.

Star Wars Republic Commando

'Molte delle persone in quel team con cui avevo lavorato durante la mia carriera alla LucasArts, tra cui l'EP Daron Stinnett, il direttore creativo Tim Longo e i level designer Greg Land, Harley Baldwin e Troy Mashburn, l'artista Patrick Sirk'. Douville dice. “Ma tutto il team è stato davvero eccellente in quello che ha fatto.

“Lavori con le persone da anni e soprattutto come lead senti molta responsabilità e orgoglio per il modo in cui le persone cambiano e crescono nel tempo che le conosci. Sembrava che stessimo sparando su tutti i cilindri e avessimo una coesione di squadra in cui la prossima partita sarebbe stata qualcosa di ancora più speciale. Quindi guardare indietro a quel tempo è un po 'agrodolce da quel punto di vista, ma è stato davvero qualcosa per vedere fino a che punto la squadra si è unita in condizioni avverse per creare un gioco di cui siamo tutti enormemente orgogliosi '.

Mentre questi stress erano tra i fattori principali del motivo per cui Republic Commando non ha mai ricevuto un sequel, c'era sempre l'ombra incombente di altri giochi di Star Wars. Durante lo stesso anno di rilascio, sono usciti sia Star Wars: Battlefront II che Lego Star Wars: The Video Game. Sebbene quest'ultima fosse una visione molto diversa di questo universo, Battlefront II ha posto alcuni seri problemi al team che ha creato Republic Commando. Entrambi i giochi si concentrano sui soldati durante La Guerra Galattica, tuttavia, Battlefront II ha portato i giocatori in luoghi iconici dei film. Questo è stato uno dei suoi principali punti di forza, poiché l'idea di entrare nei panni di un soldato durante la battaglia di Hoth era, per molti fan, irresistibile. Inoltre, la serie Battlefront si era già costruita un nome che si preannunciava come uno dei giochi definitivi ambientati in questo universo.

Star Wars Republic Commando

Douville e il suo team erano ben consapevoli dei problemi che Battlefront II poneva al loro gioco: “Ne sapevamo di più e soprattutto quando è arrivato il nuovo management, sembravano crederci di più. Battlefront II ha avuto una significativa spinta di marketing, mentre Republic Commando non ha ottenuto quasi nulla in questo senso: è stato un colpo di cavallo oscuro a sorpresa, nato dal passaparola e dalle ottime recensioni. E penso che la nuova dirigenza temesse anche che Republic Commando avrebbe cannibalizzato le vendite di Battlefront II, in particolare quando dovevamo supportare le modalità competitive multiplayer a causa delle forze del mercato '.

La componente multiplayer di Republic Commando descritta da Douville è semplicemente una raccolta di elementi competitivi tradizionali come Team Deathmatch e Capture the Flag. Manca il gameplay tattico offerto dal giocatore singolo e non riesce a portare nulla di nuovo sul tavolo. Tutte le qualità uniche che rendono questo gioco straordinario vengono spazzate via una volta che la battaglia è stata portata online: Republic Commando non si tratta più di riflettere sugli orrori della guerra e sulle persone coinvolte.

Non sorprende, quindi, che la componente multiplayer sia stata uno dei problemi principali citati da molti revisori quando Republic Commando è stato rilasciato. La tragedia è che il gioco non avrebbe dovuto avere il multiplayer in primo luogo: le pressioni per stare al passo con il panorama in continua evoluzione dell'industria dei giochi lo hanno costretto a entrare nel gioco. Era un periodo in cui il multiplayer si stava surriscaldando e gli editori lo spingevano in tutti i loro titoli - una situazione che è ancora presente oggi. 'Essendo in ritardo nel ciclo Xbox originale, i rivenditori stavano acquistando solo prodotti che avevano supporto Xbox Live', spiega Douville. 'Vorrei che fossimo stati in grado di tagliarlo o di trovare un modo per portare a termine la cooperazione, ma era appena al di là di ciò che potevamo fare con il tempo e le risorse che avevamo'.

Star Wars Republic Commando

Tutto ciò ha creato una tempesta perfetta che ha contribuito a spingere Republic Commando nei regni dell'oscurità. Con poco marketing, una componente multiplayer forzata e uno sviluppo problematico, Republic Commando non è mai riuscito a ottenere un punto d'appoggio adeguato. È un peccato, dal momento che Douville è fiducioso che un sequel sarebbe stato prodotto se tutti questi elementi dannosi non fossero stati perfettamente allineati. 'Se il team non fosse stato smembrato dalla ristrutturazione, sono certo che saremmo entrati in quello che sarebbe stato il sequel', dice. 'Il team potrebbe essersi ridotto un po 'all'inizio perché saremmo entrati in pre-produzione di un gioco che sarebbe stato su una nuova generazione di hardware per console quando è uscito, ma abbiamo costruito molti strumenti e una squadra davvero capace. È un peccato che l'investimento sia stato buttato via '.

Non c'è mai stato un vero sequel di Republic Commando e i fan hanno sentito solo piccole voci di un seguito in arrivo. Tuttavia, c'è ancora un barlume di speranza che l'eccezionale single-player del gioco possa alla fine emergere. Anche se gran parte delle storie di Star Wars Expanded Universes non sono più considerate canoniche, si scopre che Delta Squad lo è ancora. Appaiono brevemente durante un episodio della serie televisiva Star Wars: The Clone Wars , intitolato 'Witches of the Mist'. Nonostante tutto quello che hanno passato Douville e il suo team, c'è ancora una piccola possibilità che questa squadra torni sotto forma di videogioco. Tutto quello che possiamo fare è sperare.