Shroud dice che 'non diventerà mai più un professionista, in niente'

shroud says he s never going pro again

Soldato 76

Shroud potrebbe essere uno dei più grandi streamer del mondo, ma la star di Twitch si è fatta conoscere per la prima volta come giocatore professionista di Counter-Strike: Global Offensive. Ma mentre lo streamer ha avuto un certo successo durante il suo periodo con l'org di eSport Cloud9, dice che non ha intenzione di tornare sulla scena dei professionisti. Mai.



Da quando si è ritirato dal Counter-Strike professionale, Shroud ha mostrato la sua abilità in numerosi titoli FPS, da PUBG a Battaglione 1944 e anche un file sfortunato ritorno a CS: GO . Più di recente, ci ha provato Overwatch , impressionando così tanto i suoi fan durante una recente trasmissione che uno di loro ha chiesto se lo streamer poteva 'vedersi diventare professionista'.



In risposta, Shroud ha chiesto 'perché è sempre questa la domanda?' Ha continuato dicendo che 'ogni volta che gioco a un nuovo gioco, mi dicono 'Ehi, potresti vederti diventare un professionista?'' La risposta di Shroud è stata piuttosto brusca: 'No. Assolutamente no. Non potrei mai più vedermi diventare un professionista, in niente. '

Lo streamer non è andato oltre nel suo desiderio di stare lontano dalla scena dei professionisti, ma ci sono molte potenziali spiegazioni per la sua decisione. Per prima cosa, anche per qualcuno di successo come Shroud, è molto più facile fare soldi come un giocatore importante su Twitch rispetto a un giocatore professionista di eSport.



È anche molto meno stressante. Durante un torneo CS: GO competitivo, potrebbero esserci decine di migliaia di dollari in palio sia per te che per i tuoi compagni di squadra, ma in precedenza Shroud ha detto che nulla di ciò che fa durante lo streaming è intenso come essere sul palco di una competizione importante. È improbabile che vedremo un Shroud Cloud9 ritorno, quindi.

Per ora, sembra che Shroud si accontenti di usare le sue abilità FPS per mostrare la sua opposizione. E ad essere onesto, non sono sicuro di biasimarlo.