La nuova mappa di Busan di Overwatch è un bellissimo omaggio alla Corea

La nuova mappa Control di Blizzard mostra il meglio della cultura coreana, dall'elegante tecnologia fantascientifica ai templi sereni

Si può dire con certezza che la Corea è un grosso problema per Blizzard. Una nazione con un forte legame con gli eSport, la popolazione di giocatori della Corea è stata la chiave dell'enorme successo competitivo di StarCraft. Più di recente, la Corea ha abbracciato Overwatch e mentre la sua squadra nazionale, Seoul Dynasty, non è riuscita a ottenere la vittoria nella stagione di debutto della Overwatch League, il vincitore London Spitfire è una squadra composta interamente da giocatori coreani. In quanto tale, è ora che la Corea sia rappresentata nel mondo di Overwatch. Entra nella mappa di controllo di Busan.

Busan è una città vitale nella tradizione di Overwatch. D.Va, la poster girl non ufficiale del gioco (scusa, Tracer) è una coreana pro-gamer diventata pilota mech che ha combattuto nella crisi Omnic, e il team MEKA con cui ha combattuto aveva sede a Busan. In quanto tale, la base MEKA costituisce una parte fondamentale della nuova mappa: è una delle tre fasi, con la cabina di pilotaggio che ospita il punto di controllo. Il ponte è circondato su tre lati da passaggi a portale sopraelevati, più tre scudi anti-esplosione che periodicamente salgono dal pavimento, rinchiudendo i combattenti nello spazio ristretto. Il quarto lato del punto è una pista aperta da cui i mech possono decollare, sebbene per scopi di combattimento formi una caduta fatale, che è l'ideale per i balzi di Lucio e le esplosioni di Pharah.

Su entrambi i lati del punto ci sono corridoi industriali tortuosi che serpeggiano ai punti di spawn di ogni squadra (una stanza di allenamento o gli alloggi della squadra MEKA, a seconda della squadra in cui ti trovi). A condizione che l'azione si riversi in queste aree, gli angoli stretti a 90 gradi promettono di rendere questi corridoi la sede di frenetici scontri a fuoco e imboscate a sorpresa.



Più probabilmente, il combattimento rimarrà centrato sul punto di controllo stesso, ma ciò ha la sua sorpresa: un tubo di caricamento del mech consente transizioni rapide tra il ponte di volo e un ripostiglio per mech. Sebbene D.Va ei suoi propulsori siano il candidato ovvio per questa via di fuga, dovrebbe facilmente funzionare bene per Pharah, o anche per un Junkrat lanciato da mine.

Miniatura di YouTube Treno per Busan

Treno per Busan

In riferimento al famoso film di zombi coreano, un treno di Busan è in primo piano nel palco Downtown. Lo stesso veicolo pendolare è mortale, ma non a causa dei non morti: come le auto su Oasis, il treno può demolire qualsiasi eroe sul suo cammino.

    La seconda fase è Downtown, dove entrambe le squadre combattono attorno a una piattaforma del treno. Ancora una volta, questo è un punto circondato su tre lati da cavalletti di livello più alto e un quarto che porta a una caduta fatale, questa volta i binari del treno anti-gravità. Ciò significa che ci sono diverse tattiche trasferibili, ma l'altezza degli edifici attorno al punto consente più di un approccio di attacco verticale.

    Le strade tortuose che portano alla banchina del treno hanno un tocco simile a quelle intorno al punto nella mappa dei fari di Ilios: strette e densamente affollate, ma con un occhio distinto per la cultura coreana. Non sorprende che ti imbatterai in un bar karaoke e in un cyber cafè.

    La base MEKA è il punto di controllo più sperimentale di Overwatch fino ad oggi

    Infine, c'è Sanctuary, che mostra un lato molto diverso della cultura coreana. Dove MEKA Base e Downtown ostentano il progresso tecnologico del paese, Sanctuary rende omaggio alle tradizioni più antiche della Corea. Bellissimi tetti a falde, colonne in legno e pannelli incisi compongono questo palcoscenico a tema tempio. Il punto stesso si trova all'interno della propria struttura del tempio ed è circondato su tutti e quattro i lati da aree rialzate. Questo alimenta ordinatamente entrambi i lati della mappa nell'azione e il design simmetrico dell'arena consente un diverso set di tattiche rispetto ai punti più insoliti di MEKA Base e Downtown. Il flusso sembra simile al Santuario del Nepal, anche se senza il pericoloso calo.

    È difficile valutare il successo di una mappa dopo solo poche partite, ma se non altro è chiaro che Busan è una delle mappe visivamente più interessanti di Overwatch e che fa parte della tradizione più emozionante dell'universo. La base MEKA non è solo un nirvana per i fan di D.Va, ma sembra anche essere il punto di controllo più sperimentale di Overwatch fino ad oggi: il combattimento diventa davvero intenso quando gli scudi esplosivi si alzano e rendono più difficile sfuggire al combattimento.

    Puoi provare Busan di persona sul PTR ora. Le funzionalità di solito arrivano sui server live in un paio di settimane, quindi preparati affinché Busan arrivi presto nel gioco principale in una patch.