Le migliori modalità PvE su PC

best pve modes pc

Fornite Salva il mondo

Niente batte il fascino di un gioco competitivo. Una volta che sai che i tuoi avversari sono reali, l'artificialità della grafica e delle animazioni lascia il posto a vere rivalità, alleanze e vittorie. Eppure: anche l'umile modalità PvE può rivelarsi piuttosto speciale. Potrebbe essere stato progettato per deviare o fornire sollievo dall'intensità della competizione umana, ma a volte la forma è elevata a qualcosa che vale la pena celebrare di per sé.



Eccoli qui: i tempi in cui le zuffe con i nemici dell'IA si sono rivelate altrettanto gratificanti quanto combattere contro la carne e il sangue.



Stai cercando di dare la caccia ai tuoi compagni giocatori? Ecco i migliori giochi multiplayer su PC .

Fortnite: salva il mondo

Fortnite



Ti sei mai chiesto da dove ha preso il nome Fortnite? Dato che il Battle Royale si svolge spesso durante il giorno e non ti dà la possibilità di costruire più di un capannone di sei piani? Bene, nelle nebbie viola del 2017, Fortnite non era affatto un gioco competitivo. Invece, è stata un'avventura cooperativa che consisteva nel cercare materiali in una mappa, mettere insieme una fortezza piena di trappole e chiamare ondate di zombi per testare le tue difese.

Da allora, ovviamente, è stato oscurato dalla sua controparte più amica di Drake, al punto che 'Fortnite' è l'abbreviazione di Battle Royale, e Salva il mondo è stato relegato in quella strana modalità a cui non giochi perché costa 30 sterline dispari per sbloccarlo. Ma fidati di noi: vale ancora la pena sborsare per Salva il mondo e superare le sciocchezze della progressione. Questa è una parte di Fortnite per cui PUBG non ha una risposta.

COD: Zombi

Black Ops 3 Zombies



Deve esserci un agente di Hollywood là fuori che è davvero appassionato di sparatutto militari. John Malkovich, Ron Perlman, David Tennant, Jeff Goldblum - sono tutti, improbabilmente, in COD: Zombies . Non c'è dubbio che questa sia la modalità PvE più costosa mai concepita, ed è probabilmente anche la più selvaggia.

Da nessuna parte in una campagna COD per giocatore singolo troverai bariste, cercatori o cowboy in un'Angola cambiata da continenti. In nessun altro sparatutto della seconda guerra mondiale affronterai crociati e templari morti nella Francia occupata. Gli Zombi sono così popolari che le sue mappe ora sono negli anni '20; non male per una modalità orda rilasciata per la prima volta come easter egg dei titoli di coda.

La versione migliore rimane la versione di Black Ops III della formula: le noir Shadows of Evil. Raccogli i componenti per un rituale magico per fermare un incubo lovecraftiano insieme - e non posso sottolinearlo abbastanza -Jeff Actual Goldblum. Anche tra i non morti, la vita, uh, trova un modo.

League of Legends: Doom Bots

Bot di League of Legends Doom

È meglio ricordare Doom Bots of Doom con un altro titolo: la modalità Nightmare. Oh sì, sanno come chiamarli. Questa era la prima modalità di gioco in primo piano di League of Legends a riutilizzare i robot per una modalità cooperativa, ed era ambiziosa. Ogni androide era mutato, conferendo loro abilità potenziate e, quando si giocava a difficoltà più elevate, poteva mutare ulteriormente per raccogliere le abilità di altri campioni. Semplicemente non è LoL a meno che i tuoi avversari non si trasformino nel corso di una partita.

Altri aspetti di Doom Bots sono a malapena riconoscibili come LoL. La rivisitazione dalla pelle spettrale e spettrale di Summoner's Rift; i nemici che si precipitano per le corsie senza sosta, la tattica sia dannata; e infine, dopo 15 minuti, un boss. The Evil Overlord of the Doom Bots è la sfida finale della modalità, che richiede una spinta PvE gloriosamente soddisfacente. Chi sapeva che il gioco più competitivo del mondo sarebbe stato così adatto alla co-op?

Rainbow Six Siege: Terrorist Hunt

Rainbow Six Siege Terrorist Hunt

Rainbow Six Siege è sembrato una partenza drammatica per la serie, che fino ad allora aveva ruotato principalmente attorno a elaborate campagne per giocatore singolo ambientate in ambasciate e casinò. Ma, in realtà, una costante è rimasta durante i riavvii: la modalità Terrorist Hunt.

La premessa è abbastanza semplice. Svuoti una mappa piena di fastidiosi radicali, ti fai strada strisciando dietro gli angoli e coprendo le spalle dei tuoi compagni di squadra. Un totale parziale tiene traccia di quanti terroristi sono rimasti - utile all'inizio, ma alla fine snervante quando questi ultimi ti sfuggono. Non è mai così semplice come capovolgere la mappa e scuoterla per vedere chi cade.

Saresti sorpreso di quanto spesso un cattivo riesca a sorprenderti, da dietro una barriera, nell'ombra di uno scantinato che eri certo di aver sgombrato. E, a difficoltà più elevate, Terrorist Hunt ha il potenziale per diventare più allarmante: i nemici tireranno a indovinare attraverso i muri o ti affiancheranno uscendo. Terroristi, eh? Come sono?

Multigiocatore di Mass Effect 3

Multigiocatore di Mass Effect 3

Il multiplayer di Mass Effect 3 racchiude il segreto di un PvE accessibile e fantastico: le onde. Ci sono 11 meravigliose ondate di Razziatori, Cerbero, Geth e Collezionisti. Oh sì, potrebbero vivere oltre la staffetta Omega 4, ma faranno un viaggio speciale per venire e sparare a te e ai tuoi amici in testa.

La varietà include cinque diversi tipi di obiettivi - dispositivi, assassinio, hacking, recupero e scorta - e i campi di battaglia sparsi per la galassia. All'improvviso, non stai solo cercando il miglior finale per giocatore singolo, ma ti sei completamente dimenticato del giocatore singolo.